Alle 15 di sabato 9 marzo, ci siamo trovati in parrocchia con lo zaino e la nostra bici, pronti per iniziare l’uscita. Dopo aver lasciato gli zaini nelle rispettive sedi ,ci siamo riuniti in chiamata per controllare le presenze e per una spiegazione di come si sarebbe svolta l’uscita. Il tema era “il giro del mondo in 80 giorni”. Siamo stati abbinati per bi-squadriglie ( una maschile ed una femminile) ; ogni bi-squadriglia doveva recarsi in vari posti di Carpi che rappresentavano le varie nazioni del mondo come l’Africa, l’America, la Germania ecc.. Le tappe totali erano sei e in ognuna c’era una prova da svolgere. Partendo da quartirolo, i capi reparto hanno consegnato ai due capi squadriglia delle coordinate che abbiamo cercato su Google maps, e dopo esserci accertati che la meta fosse giusta, siamo montati in sella alle bici. Ad ogni tappa, dopo aver svolto l’attività, ci veniva consegnata una busta contenente le coordinate per la tappa successiva e un immagine che ci sarebbe servita per fare la catechesi una volta giunti alla fine del percorso. Dopo essere arrivati all’ultima tappa, i capi, ci hanno mandato al magazzino della parrocchia, dove abbiamo lasciato le bici per la notte. La pedalata è stata faticosa ma divertente, e verso le 20 eravamo tutti tornati a Quartirolo. In seguito, ci siamo cambiati per la sera ed abbiamo cenato. Una delle prove svolte nel pomeriggio, relativa all’Africa, prevedeva la creazione di un balletto, che abbiamo poi mostrato al resto del reparto dopo cena; un’ altra, invece, richiedeva la costruzione di lanterne cinesi da far volare prima delle attività serali, con materiali tipo scotch, stuzzicadenti, plastica. Dopo aver passato un po’ di tempo fuori, per svolgere queste due prove, siamo entrati nel salone per svolgere la rimanente parte delle attività serali. Ci sono stati consegnati 6 passaporti, contenenti i timbri delle varie nazioni, che avremmo dovuto completare sfidandoci in nuove prove. Circa un’ora più tardi abbiamo concluso la giornata con una preghiera, fatto i letti ed in breve tempo ci siamo addormentati.   La mattina seguente la sveglia è suonata molto presto. Ci siamo messi l’ uniforme ed abbiamo rifatto gli zaini spostandoli dal salone alla sede, dopodichè abbiamo partecipato alla messa delle 8:00 . Terminata la celebrazione ,siamo tornati in salone per fare colazione ed una volta sistematolo ci siamo messi in cerchio ed abbiamo iniziato la catechesi. Il tema di quest’anno per la catechesi sono le vocazioni, e in questa uscita abbiamo affrontato la vocazione del matrimonio: abbiamo parlato con una coppia di sposi a cui abbiamo fatto molte domande, e con cui abbiamo discusso anche leggendo e commentando un testo, che ci era stato consegnato il giorno prima, al termine del percorso . Finita la catechesi, siamo usciti a fare un gioco che ha occupato la restante parte della mattinata. Verso le 11.30 abbiamo iniziato la gara di cucina che, tra preparazione del cibo, pranzo e pulizia ci ha tenuti occupati fino alle 14. Dopo la gara ci siamo messi in uniforme e abbiamo avuto un po’ di tempo libero. Una volta sistemato tutto e arrivati i genitori ci siamo riuniti per svolgere la cerimonia delle promesse, seguita dall’annuncio dei vincitori dell’uscita.                        Claudia Santoriello    

Riguardo l'autore

Enri grasso

Commenta