Tra i 20 e i 21 anni termina il percorso scout, dunque il Rover o la Scolta devono andare incontro ad una scelta molto importante della loro vita di clan: il saluto o la partenza. La differenza è che la partenza necessita la condivisione dei tre punti su cui si basa, ovvero fede, servizio e cittadinanza attiva; al contrario il saluto è la scelta da fare nel caso in cui non si approvi uno o più punti. In particolare, se il Rover o la scolta accoglie tutti e tre questi elementi cardine opta la partenza.

Questa decisione è stata recentemente presa da Marco, Giovanni e Cristian, che hanno avuto scelte e visioni differenti.

Marco, accettando tutti i tre punti è divenuto un uomo della partenza. Noi ragazzi del clan abbiamo svolto la sua attività presso la casa di riposo “carpine”, dove abbiamo passato una mattinata a cantare per le persone anziane che si trovano all’interno della struttura, aiutandole e donando un po’ del nostro tempo per la loro felicità. Oltre a questo, abbiamo fatto giocare gli anziani ad alcuni giochi precedentemente preparati tra cui quello della “pignatta”.

Giovanni, invece, ha scelto di prendere il saluto perché in questo momento della sua vita non riesce a trovare tempo per il servizio. La sua attività ha riguardato la cittadinanza attiva: ha fatto fare al clan un test preso da “istruzioni per diventare fascisti”, che misurava il nostro livello raggiunto al “fascistometro”, attraverso una serie di affermazioni che potevamo ritenere giuste o sbagliate. Alla fine della lettera di saluto al clan, a tutti è sembrato chiaro che Giovanni avesse solo incontrato delle difficoltà in questo ultimo anno e che il suo cammino scout sia interrotto solo momentaneamente.

Cristian infine ha preso il saluto ultimamente, nei primi giorni di aprile.

La sua attività, organizzata a gruppi, consisteva nel narrare una storia e disegnare 3 momenti del racconto. Il motivo del saluto di Cristian è stato estraneo ai 3 punti cardine della partenza. Ha chiarito che nell’ultimo periodo non si sentisse molto legato allo scoutismo e che questo fosse diventato ormai un peso per lui. Quindi ha preferito porre fine al suo cammino, per rispetto di coloro che nello scoutismo credono pienamente e totalmente.

Dopo le varie attività, prima di in una cerimonia di partenza o saluto, ha luogo un momento di clan in cui tutti possono condividere con il clan aneddoti degli anni passati con il Rover o la Scolta in procinto di terminare il suo percorso scout. Successivamente viene svolta la cerimonia, in cui il partente legge la lettera indirizzata al clan e successivamente con lo zaino in spalla saluta tutti gli ex compagni di clan abbracciandoli uno ad uno, per poi prendere la propria strada individualmente.

Riguardo l'autore

gabriele taurasi

Commenta